News > Trasporto pubblico sotto i riflettori della Fit Cisl

Trasporto pubblico sotto i riflettori della Fit Cisl

Fare presto, e bene. Questa la perentoria richiesta del sindacato in merito all’appalto del trasporto pubblico a Parma. Serietà da dimostrarsi da parte di tutti i portatori di interessi, assolutamente necessaria in questa delicata fase. A pagare, altrimenti, sarebbero i cittadini.

“A seguito dell’avvenuta emanazione in data 28 u.s.  della determina della società appaltante SMTP per l’affidamento dei servizi di TPL nel bacino provinciale di Parma, ove si propone l’aggiudicazione all’Associazione temporanead’Imprese composta da Busitalia ed Autoguidovie, - si legge nel comunicato diffuso ai media locali -, la FIT CISL di Parma, con il pieno appoggio della propria Confederazione ritiene che il percorso debba vedere la sua ultimazione in tempi brevissimi”. “Contestualmente sottolineiamo, - prosegue la nota - ove mai vi fosse la volontà ad intentarli, che vigileremo affinché eventuali ricorsi avversi alla decisione siano istruiti esclusivamente a valle di un’attenta valutazione, da cui scaturissero dati oggettivi doverosi d’impugnativa, degli atti contenenti l’offerta del Soggetto risultato vincitore. Diversamente saremmo in prima fila nel chiedere che non siano i cittadini di Parma e Provincia ( in ragione della proprietà paritaria societaria e quindi economica di Comune e Provincia dell’Azienda TEP ) a pagare le risultanti economiche di scelte non puntualmente ed assolutamente ponderate.