News > La rete di solidarietà per l'alluvione nel piacentino

La rete di solidarietà per l'alluvione nel piacentino

Tanti nodi per creare una robusta rete di solidarietà a favore delle persone colpite dall’alluvione in val Nure, val Trebbia, val d’Aveto e a Pontenure e Roncaglia. CGIL CISL e UIL e tantissime realtà associative piacentine, coordinate dall’ Amministrazione Provinciale, si sono accordate per permettere a chi lo desidera di effettuare donazioni e costituire un fondo di emergenza dei piacentini per i piacentini colpiti dall’alluvione.

Confindustria, CNA, Confcooperative, Anci – Emilia Romagna, Unione Commercianti, Confapi, Libera Artigiani, UPA, Confagricoltura,  Legacoop Emilia Ovest, Confesercenti e Coldiretti, con i sindacati confederali, hanno deciso di favorire la raccolta in ogni posto di lavoro di contributi volontari tramite apposita delega rilasciata dai singoli lavoratori con quale verrà autorizzata la trattenuta dalla busta paga dell'equivalente di un'ora di lavoro. Le Associazioni datoriali incitano le proprie Aziende associate ad aggiungere un importo equivalente a quello corrisposto dai lavoratori. La rete di solidarietà si impegna a canalizzare le risorse raccolte verso iniziative che evidenzino in modo concreto la partecipazione dei lavoratori piacentini.