News > CISL PARMA PIACENZA A CONGRESSO

CISL PARMA PIACENZA A CONGRESSO

La segreteria Cisl Parma Piacenza

Cisl Parma Piacenza, avanti così

Al Congresso territoriale esce confermata segreteria e impegno a favore della prima linea sindacale

Tanti delegati hanno parlato al congresso Cisl Parma Piacenza: da quelli di Amazon a quelli che lavorano nelle case di cura per anziani, da quelli delle grandi aziende multinazionali che si confrontano nei comitati aziendali europei insieme ai colleghi di altre nazioni, a quelli che lavorano in piccole aziende artigiane di pochi dipendenti che lavorano a fianco del titolare dell’azienda, dal precario della scuola che riceve lo stipendio anche con tre mesi di ritardo al precario che lavora per l’agenzia di lavoro somministrato e che non sa se il suo contratto verrà confermato.
Protagonisti del congresso quindi sono stati i delegati di Parma e di Piacenza, perchè solo mettendo in rete esperienze diverse e cercando di fare tesoro delle buone prassi e delle esperienze di altri, si può migliorare la capacità di rappresentare i lavoratori.
In poche parole il cuore del Congresso ha battuto forte nella ricerca di valorizzare le persone di cui il lavoro è strumento indispensabile di dignità.
Al termine del Congresso è stata riconfermata la Segreteria composta da Federico Ghillani come segretario generale, da Marina Molinari segretario generale aggiunto, Angela Calò in segreteria e Ivan Bersani in staff: insieme rappresenteranno l’area vasta di Parma e Piacenza.

Ha così commentato la due giorni congressuale, il segretario Federico Ghillani: “Abbiamo vissuto un dibattito congressuale ampio e partecipato, preparato prima dalle relazioni e dai numerosi interventi dei delegati/e durante tutto il corso dell’iter congressuale delle categorie, che ha costituito una vera nuova ricchezza, segno che nella nostra organizzazione è tornata non solo la voglia di discutere e di confrontarsi, ma soprattutto di farlo partendo proprio dal punto di vista di delegate e delegati che rappresentano il centro prospettico della coraggiosa autoriforma che abbiamo abbracciato da quattro anni, raccogliendo per essa anche la sfida dell’unificazione dei nostri due territori, operazione non semplice per territori con tradizioni e modi organizzativi differenti.
Due i temi attuali posti al centro della riflessione.
Anzitutto come occorre essere sindacato oggi, ed essere CISL, cioè con quali modi e sensibilità siamo capaci di rimettere davvero al centro le persone che incontriamo e per le quali il lavoro resta strumento indispensabile di dignità e cittadinanza, e che si attendono che noi siamo capaci di dare loro speranza.
In secondo luogo abbiamo cercato di capire come il nostro sindacato riesce oggi ad essere per i nostri territori fattore concreto di crescita attrattiva e sviluppo mediante l’instaurazione di nuove relazioni industriali giocate in una contrattazione aziendale caratterizzata dal coinvolgimento partecipativo dei lavoratori e dalla cifra della responsabilità.
E’ stata una grande iniezione di fiducia che rinnova l’impegno della CISL Parma Piacenza”.

Un momento che conta per noi

Le segreterie della tornata congressuale

FAI
FEMCA
FILCA
FIM
FIRST
FISASCAT
FP
ADICONSUM
CISL SCUOLA
FNP
FIT
SICET
SLP
Sviluppo industriale e territorioQuesto il tema di apertura del congresso della Cisl Parma e Piacenza.Insieme all’economista Franco Mosconi, che offrirà importanti spunti di discussione ai presenti, si confronteranno il sottosegretario all’Economia Paola de Micheli,l’Associazione Industriali di Parma, Cristian Camisa, presidente di Confapi Piacenza e Giorgio Graziani, segretario regionale Cisl.

La logistica nell'Emilia occidentale