News > Cerve rinnova l'integrativo

Cerve rinnova l'integrativo

12/07/2017

A due anni dalla scadenza del contratto aziendale della Cerve S.p.A.,sostenuti ad oggi solo con accordi ponte dovuti a momenti di difficoltà, tra i cui una pesante ristrutturazione del 2015 con l’apertura di una mobilità tra le più grandi della provincia , la Cerve S.p.A. le segreterie di Filctem CGIL e Femca CISL unitamente alle loro RSU hanno trovato le intese per il rinnovo del integrativo aziendale.

Di particolare attenzione sono tre gli elementi che caratterizzano e valorizzano questo straordinario risultato: aumento del salario consolidato grazie ad l’incremento di un premio speciale derivante dalla contrattazione nazionale del Vetro, capitolo importante sulla formazione e certificazione  con la possibilità di proposte didattiche da parte dei lavoratori tramite le  RSU aziendali e un fantastico risultato in termini di difesa dei diritti dei lavoratori con la modifica al periodo di comporto in caso di malattie oncologiche.

Proprio su quest’ultimo punto verte  l’importanza di questo rinnovo perché da oggi un lavoratore della Cerve in difficoltà fisiche dovute a patologie oncologiche avrà la possibilità di concentrarsi sul proprio recupero fisico senza la preoccupazione della perdita del posto di lavoro per superamento del comporto.

Infatti  per questi sarà garantito il posto di lavoro fino a piena guarigione e  per le malattie degenerative la possibilità di aprire un confronto con l’azienda per gli stessi obbiettivi.

 “Una contrattazione che rilancia il ruolo del sindacato territoriale di categoria. Siamo soddisfatti che l’azienda abbia risposto con responsabilità e sensibilità alla nostra piattaforma che aveva come elemento centrale salario e diritti”, dichiarano insieme  i funzionari di categoria Filctem CGIL Doninotti Davide e Femca CISL Germano Giraud.

Una strada, proseguono i due sindacalisti, che se continuerà ad essere così percorsa dalla azienda potrà portare ad un netto miglioramento del clima aziendale e di conseguenza anche della sua produttività.

Cerve S.p.A., Filctem, Femca e la serietà delle RSU CERVE hanno prodotto un intesa che per certi elementi deve ritenersi storica per il sito produttivo delle seconde lavorazioni vetro della Provincia di Parma, orgogliosamente continuano Doninotti e Giraud impegnati da diverso tempo nel dialogo tra azienda e lavoratori.