Archivio News > FIT CISL: CANTIERI E RITARDI SULLE STRADE CITTADINE

FIT CISL: CANTIERI E RITARDI SULLE STRADE CITTADINE

Rappresentanza Sindacale Unitaria Tep S.p.A.
Segreterie Provinciali
FILT CGIL - FIT CISL - UILTRASPORTI - FAISA CISAL - ORSA
COMUNICATO STAMPA
La RSU della TEP Spa unitamente alle Segreterie Provinciali di FILT CGIL - FIT CISL –UILTRASPORTI – FAISA e ORSA esprimono il loro rammarico per i disagi che i cittadini di Parma ed i lavoratori della Tep stanno subendo in questi giorni a causa dei tanti cantieri ancora aperti e la contemporanea modifica delle linee urbane diurne e notturne. Disagi che si sommano alle problematiche di viabilità e sicurezza di alcune vie centrali della città già più volte segnalate dal personale Tep Spa.
Purtroppo siamo stati facili “profeti”- già con lettera inviata agli Enti Proprietari - Comune e Provincia di Parma - ed a SMTP nel mese di giugno si richiedevano interventi sulla viabilità in alcune zone della città (via D’Azeglio, Via Garibaldi, Viale Mentana ecc) che già nella quotidianità presentano continui rischi per cittadini e conducenti Tep spa e segnalavamo che la situazione sarebbe stata ulteriormente aggravata all’avvio nuovo anno scolastico; situazione oggi ulteriormente aggravata dalla presenza dei cantieri. Insomma era scontato prevedere che, il servizio offerto alla cittadinanza sarebbe stato non all’altezza per la nostra Città, con tante linee
deviate ed in ritardo.
Purtroppo, ancora una volta, in modo particolare il Comune, programma cambiamenti e lavori che spesso, invece di migliorare il servizio e la qualità del lavoro
degli autisti, producono effetti dannosi per tutti. Il restringimento della carreggiata in via Mazzini e solo l’ultimo di tanti interventi a nostro avviso poco pensati a facilitare il lavoro degli operatori della TEP.
Oggi basta un Suv parcheggiato male per bloccare metà servizio svolto!
Le OO.SS sono vicine alle denunce fatte dalle Associazioni dei Consumatori in questi giorni e ci tengono a precisare che gli autisti solo gli unici che cercano di limitare per quanto possibile il disagio agli utenti.
Le OO.SS ed i lavoratori della Tep dovrebbero essere più coinvolti quando si programmano cambiamenti così radicali del servizio e lavori così lunghi; riteniamo che l’esperienza di chi opera sul campo, avrebbe costituito un contributo fondamentale per evitare tutto quanto oggi è evidente per tutti.