News > ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 17-18-19 APRILE

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 17-18-19 APRILE

17/04/2018

RSU SCUOLA A PARMA

Soddisfazione per il riconoscimento dei lavoratori alla rappresentatività della Cisl Scuola come sindacato del mondo della Scuola. Inizia ora l’impegno per fare ancora meglio. Grazie a tutti i candidati e agli elettori che ci hanno dato fiducia con la loro preferenza.

Dati ancora non del tutto completi e da analizzare nel dettaglio, ma nel complesso un risultato sicuramente positivo.
Cisl Scuola è primo sindacato in alcune importanti realtà della provincia di Parma, mentre mantiene le sue posizioni in molte delle restanti sedi scolastiche.
Sono ben 170 le persone che a Parma hanno accettato di candidarsi nelle liste Cisl Scuola, nell’attuale tornata elettiva delle RSU, ed è ad esse che va anzitutto il nostro caloroso grazie per aver partecipato in prima persona a questo importante appuntamento che ha fatto registrare una partecipazione attorno al 70%.

“Fare RSU nel mondo dell'istruzione e della formazione – dichiara la Segretaria generale Maria Gentilini - significa oggi avere una grande disponibilità, competenza professionale e capacità per saper interpretare anche con la contrattazione i bisogni di chi rappresentiamo in una grande sinergia con la comunità degli studenti, le famiglie, le associazioni. E’ attraverso questo rapporto, costruito dialogando con le persone, che passa il riconoscimento del ruolo del sindacato nel nostro paese. Non basta aver firmato il nuovo contratto, fatto sicuramente molto positivo dopo tanti anni di blocco e vista l'incertezza della attuale fase politica. Occorre anche aprirsi al dialogo con la società, e rappresentare i bisogni del territorio partendo dalla centralità del lavoro e delle persone. E' fondamentale oggi, soprattutto per tutto il mondo dell'istruzione, impegnarsi nella ricostruire di quel legame sociale tra la scuola, l'università, gli enti della ricerca, le esigenze delle imprese, e il territorio per realizzare tutti insieme il bene comune del paese. Stare nei luoghi dove i giovani hanno più bisogno di sostegno, investire sulla scuola, partendo da dove c'è più bisogno per recuperare le tante diseguaglianze che in questi anni sono cresciute, significa anche ricostruire quella comunità educativa che in questi anni sembrava perduta e sostituita con idee aziendalistiche che nulla hanno a che fare con compiti educativi che rappresentano il vero investimento necessario per il futuro del nostro paese.”

RSU PA A PARMA

COMUNICATO STAMPA

Elisabetta Oppici (Segretario Generale Cisl Fp Parma Piacenza )
"Grande partecipazione: il voto conferma la forza della Cisl che aumenta il consenso nelle Amministrazioni Locali e nelle Aziende Sanitarie"
“L’ esito elettorale , da valature ancora nel dettaglio, dice che la Cisl Fp ottiene il consenso di tantissime lavoratrici e lavoratori pubblici, aumentando in tantissime realtà il risultato di tre anni fa”, è questo il primo soddisfatto commento di Elisabetta Oppici, segretario generale della Cisl Fp Parma-Piacenza.
“Come primo risultato di natura politica – innanzitutto la Cisl ottiene un grande aumento di voti nelle Amministrazioni locali del territorio provinciale e nel comparto Funzioni Centrali. La Cisl Funzione Pubblica e’ il primo sindato all’ Asp di Fidenza. Siamo il primo sindacato anche all’INPS di Parma, segno che i lavoratori preferiscono la Cisl, una forza riformista, un sindacato di prossimita’ , persone per le persone, sempre orientato al futuro. Aumentiamo in maniera molto solida e robusta il consenso nelle Aziende Sanitarie, sia nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma che in Azienda AUSL e siamo la prima Organizzazione Sindacale anche in enti strategici, come Aipo e all’INAIL . La CISL FP cresce insieme alla volonta’ e l’impegno dei lavoratori e delle lavoratrici di condividere la produzione
delle soluzioni ai propri bisogni professionali ed umani.” dice Elisabetta Oppici “Un grazie a tutti i dipendenti di ministeri, agenzie fiscali, sanità e autonomie locali che sono andati a votare e hanno reso possibile questo importante momento di democrazia partecipata” – sottolinea Elisabetta Oppici. “L’affluenza è stata altissima, ben oltre il 65% di media, con picchi che raggiungono anche l’80% e 90% in numerose realtà. Questo è il primo dato che ci dice che la partecipazione sindacale è in buona salute - soprattutto in un sindacato innovatore come da sempre è stata la Cisl - e che i lavoratori pubblici hanno tanta voglia di partecipare, di essere ascoltati per trasformare le esigenze in proposte di benessere professionale, le competenze in leve della produttività e dell’innovazione della pubblica amministrazione. I lavoratori pubblici in primis sono stanchi di subire false riforme e slogan vuoti di realta’ : devono ottenere risposte concrete, a partire dall’inserimento di giovani nella pubblica amministrazione, meno burocrazia e piu’ coinvolgimento dei professionisti pubblici nella costruzione dei modelli organizzativi aziendali”, afferma Elisabetta Oppici
Siamo grati con tutto il cuore ai 240 candidati e a tutti i lavoratori e lavoratrici che hanno scelto di sostenere la CISL FP: per Noi questo meraviglioso traguardo elettorale rappresenta un ottimo punto di nuovo inizio per continuare ad essere in prima linea in un inseparabile rapporto con i lavoratori e le lavoratrici .

L'ESITO ELETTORALE A PIACENZA

Migliaia di lavoratori alle urne nella scuola e nel pubblico impiego in provincia di Piacenza

Soddisfazione per il riconoscimento dei lavoratori alla rappresentatività della Cisl come sindacato nel Pubblico impiego e nella Scuola. Inizia l’impegno per fare ancora meglio.Grazie a tutti i candidati e agli elettori che ci hanno dato fiducia con la loro preferenza

Dati ancora non del tutto completi e da analizzare nel dettaglio, ma nel complesso un risultato sicuramente positivo, con migliaia di lavoratori alle urne in tutta la provincia. La Cisl è primo sindacato nell’ASP “Città di Piacenza” e ASP “Azalea”, prima a Fiorenzuola e in diversi altri comuni, in seconda posizione nel comune di Piacenza, prima ex aequo in Amministrazione Provinciale, prima in Questura, presso la Casa circondariale e la Direzione territoriale del lavoro. I dati definitivi per l’AUSL, che è il più importante datore di lavoro (in assoluto, in provincia, non solo per il settore pubblico) riconoscono alla Cisl un aumento che permette una valutazione nettamente positiva per le elezioni di rinnovo delle RSU nel comparto del Pubblico impiego. E’ evidente una larga partecipazione al voto, oltre il 70 per cento degli aventi diritto che garantisce peso e spessore all’esito raggiunto nella PA. Comunque vada, quindi, la Cisl può già ritenersi ampiamente rappresentativa dei lavoratori della Pubblica Amministrazione. Si riduce il distacco precedente, perché siamo il secondo sindacato e in crescita. Fiduciosa di aver conquistato un buon numero di RSU anche la Cisl Scuola. “In particolare nella Scuola, precisa Paola Votto, abbiamo già una adeguata quantità di dati da valutare, e possiamo dirci soddisfatti: su oltre 5000 aventi diritto nella nostra provincia, i votanti sono stati circa il 70 per cento, cioè 3750 lavoratori. Le liste Cisl Scuola sono state presentate in tutte le scuole e hanno raccolto circa il 29 per cento dei consensi. Cioè c’è stata una sostanziale tenuta, siamo il secondo sindacato della provincia”.